Presentazione

Consta di due aree di attività dedicate al neonato patologico ed al neonato fisiologico. Le sue attività sono rivolte a tutti i neonati dei Punti Nascita della Provincia di Cosenza (tre presidi ospedalieri Pubblici e uno Privato Accreditato) e, in caso di necessità, a quelli nati in tutta la Regione Calabria che richiedono cure complesse.

Area di Terapia Intensiva Neonatale

La Terapia Intensiva Neonatale (TIN) è in grado di fornire cure complesse a neonati prematuri e patologici, consta di 10 posti  di Terapia Intensiva Neonatale e 20 di Patologia Neonatale. Presso la TIN vengono assistiti neonati estremamente prematuri e con peso estremamente basso anche inferiore ai 500 gr. Neonati che per condizioni cliniche particolarmente gravi devono essere sottoposti a monitoraggio polifunzionale continuo. Inoltre sono presenti tutti i tipi di ventilazione; nCPAP, bifasica, alti flussi, convenzionale ed ad alta frequenza oscillatoria con la possibilità di erogazione di ossido nitrico per via inalatoria nei casi di ipertensione polmonare. Nel caso di grave asfissia neonatale è possibile eseguire il trattamento con ipotermia generalizzata secondo le ultime linee guida internazionali associata a monitorizzazione continua del tracciato elettroencefalografico al letto del paziente.

L’Accesso alla Terapia Intensiva Neonatale per i Genitori è consentito h24.

Area di Neonatologia per il neonato Fisiologico

Il Nido per l’assistenza al neonato fisiologico accolto in culle poste a letto della mamma nella U.O. Ostetricia-Ginecologia, gestito in regime di rooming-in.
Il rooming-in è concepito per permettere al neonato ed ai suoi genitori di costituire, sin dalle prime ore di vita, un forte legame familiare.
Il rooming-in è proposto 24 ore su 24, per favorire il contatto madre-bambino, l’inizio precoce dell’allattamento al seno e l’acquisizione dell’arte delle prime cure neonatali (maternage).
La dimissione del neonato avviene solitamente a 48-72 ore di vita.

L’équipe è in grado di fornire assistenza e cure specializzate a mamma e bambino al momento del parto e durante il periodo di degenza al Nido o in Terapia Intensiva. L’obiettivo principale dei medici è assicurare ai nuovi nati una cura personalizzata che garantisca il loro benessere.

L’U.O.C. ha un importante ruolo di sorveglianza e monitoraggio delle infezioni ospedaliere (CIO) nei neonati e della presenza di malformazioni alla nascita. Ogni nuovo caso viene annotato su specifici registri che saranno utilizzati a livello regionale, nazionale e internazionale per studi epidemiologici.

Staff

Direttore della UOC
Dr. Gianfranco Scarpelli (Tel. e Fax 0984 681427)
E-mail:g.scarpelli@aocs.it

Dirigenti Medici
Dr.ssa Federica Altomare - Dr.ssa Elvira Bonanno – Dr. Giuseppe Boscarelli – Dr.ssa Valentina Comito – Dr. Antonio Contaldo – Dr. Carmine DeniCostabile – Dr.ssa Antonietta Distilo – Dr.ssa Emma Frangella – Dr.ssa Maria Pia Galasso – Dr. Francesco Morrone – Dr.ssa Gabriella Nigro – Dr.ssa Giulia Anna Pingitore – Dr.ssa Raffaella Ramundo – Dr.ssa Maria Antonia Salvia

Coordinatori Infermieristici
Tiziana Roberti (ff)
Mazzone Felicina

Contatti ed Informazioni

Dove si trova: al II piano del P.O. Annunziata ingresso via F. Migliori

Recapiti Ambulatori: Tel. 0984 681869 Nido: Tel. 0984 681288
Patologia neonatale: Tel. 0984 681463 TIN: Tel. 0984 681384 FAX: 0984 681427

Patologie trattate: patologie correlate alla prematurità; patologie sindromiche e malformative congenite, patologie respiratorie, cardiologiche, neurologiche, infettivologiche, ematologiche, nutrizionali, nefrologiche, urologiche, chirurgiche, metaboliche, dermatologiche, oculistiche e ortopediche del neonato.

Modalità di accesso al reparto: è consentito per entrambi i genitori in tutte le 24 ore del giorno. Parenti e amici potranno vedere i neonati attraverso il vetro che corre lungo il perimetro del reparto tutti i giorni dalle ore 13 alle ore 13:30 e dalle 19:00 alle 19:30

Colloquio genitori-medici: Il Direttore insieme al medico referente aggiorneranno sullo stato di salute del bambino e forniranno informazioni riguardo le sue condizioni cliniche esclusivamente i genitori. In via del tutto eccezionale, laddove questi ultimi siano impossibilitati a presenziare al colloquio, hanno facoltà di delegare per iscritto una persona di loro fiducia.

N.B.: per rispetto della privacy e della legge non si possono dare informazioni telefoniche circa le condizioni di salute dei bambini.

Dimissione: Al momento della dimissione viene consegnata ai genitori del neonato una dettagliata relazione clinica, riassuntiva della storia clinica, dei principali dati di laboratorio e delle indagini strumentali eseguite e degli eventuali controlli post-dimissione.
I genitori vengono coinvolti nell’assistenza del loro neonato per il ritorno a casa, vengono fornite loro informazioni circa: regolazione ambiente, organizzazione del micro e macro-ambiente durante il sonno, per la prevenzione della SIDS, care posturale, esperienze sensoriali-affettive, marsupio terapia ed uso della fascia.

Prematuri e multidisciplinarietà

L’alta specializzazione dei medici permette di affrontare anche parti complessi e di fornire un trattamento adeguato ai nati prematuri e ai “bimbi piuma”, così chiamati quando non superano i 750 grammi. Ogni anno sono gestite la nascita e le cure per circa 1.000 neonati con problemi, di cui 150 bimbi sotto 1,5 kg di peso. L’Unità Operativa si avvale delle più moderne e sofisticate tecnologiche e della collaborazione di differenti équipe dell’Ospedale stesso come la Chirurgia Pediatrica. L’approccio multidisciplinare consente di trattare e dare una adeguata assistenza a neonati con età gestazionale inferiore alle 32 settimane e sotto i 1000 grammi che presentano difficoltà respiratoria, problemi ematologici, aritmie, patologie endocrino-metaboliche o che hanno subito interventi chirurgici. Inoltre, per rispondere alle esigenze di ogni bambino e dei loro genitori, la Neonatologia dispone di un centro per la Nutrizione Neonatale, un percorso di Consulenza Psicologica e un Nido che può ospitare fino a 15 culle.

Allattamento al seno e banca del latte

Sono attivi percorsi specifici che accompagnano la donna dalla gravidanza al parto. Grande attenzione è data alla promozione e sostegno dell’allattamento al seno sulla base dei principi sostenuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’UNICEF. Le neomamme, dopo essere state informate dei vantaggi derivanti dell’allattamento al seno, possono contare sull’appoggio di uno staff specializzato che insegna loro come mantenere la produzione di latte e capire quando il bambino è pronto a poppare. Se non sono presenti complicazioni, subito dopo la nascita i neonati vengono messi a contatto pelle a pelle con la mamma, per favorire il legame madre-figlio e iniziare a conoscersi. Inoltre, durante la permanenza in ospedale il neonato non viene separato dalla mamma, ma sistemato nella stessa stanza (rooming-in) in modo che possano stare insieme 24 ore su 24. Non sempre i neonati possono fare affidamento sul latte materno, fondamentale per ridurre il pericolo di infezioni, ottimizzare lo sviluppo neuro-cognitivo, minimizzare i rischi di complicanze dell’apparato digerente e respiratorio, e prevenire l’insorgenza di intolleranze alimentari; per tali ragioni è stata istituita la Banca del Latte che permette di raccogliere, selezionare, trattare, conservare e distribuire il Latte Umano Donato e nutrire in maniera naturale  i nati prematuri.

Centro di nutrizione a partenza neonatale

Nell’ UOC è attivo un centro di Nutrizione per l’assistenza e la ricerca in ambito nutrizionale che si articola in un servizio di preparazione di soluzioni per l’alimentazione parenterale personalizzato, totale e parziale, in collaborazione con l’UOC di Farmacia dell’Azienda Ospedaliera.

Tecnologia innovativa

I reparti di Terapia Intensiva e Terapia Intermedia sono dotati di strumentazione all’avanguardia per garantire ai nuovi nati il trattamento più adeguato. La cartella clinica è completamente informatizzata e l’aggiornamento dei dati clinici dei piccoli pazienti (peso, parametri monitorati, esami effettuati e terapie somministrate) avviene in tempo reale eliminando così possibili errori terapeutici.

Follow up e screening

Consiste nell’attuazione di programmi di prevenzione e di screening che i medici effettuano prima e dopo la dimissione per assicurarsi che il neonato stia bene e possa andare a casa con i suoi genitori. La Neonatologia è anche in grado di fornire un ampio ventaglio di prestazioni sia per fare diagnosi sia per intervenire direttamente su un problema specifico potendo contare su attività differenti come il Day Hospital, il servizio prelievi, il trattamento delle infezioni congenite, da Toxoplasmosi e da Citomegalovirus, e delle patologie endocrine, polmonari, cerebrali e gastroenteriche.

Trasporto neonatale d’emergenza (STEN)

La presenza di 2 ambulanze appositamente attrezzate per il Trasporto Neonatale d’Emergenza consente di affrontare anche situazioni critiche, nei casi di emergenza dopo la nascita, in tutta la provincia di Cosenza. Il neonatologo, infatti, si reca presso il centro nascita della provincia a prendere il neonato per assicurare un trasporto protetto in TIN.

Inoltre la UOC si fa carico del trasferimento di neonati con gravi patologie cardiache che necessitano di ricovero in Centri di Cardiochirurgia pediatrica e di neonati critici che necessitano di altre cure extraregione.

Attività ambulatoriale

L’attività ambulatoriale rappresenta un continuum della degenza, che per il neonato sano si esaurisce con uno, due controlli. Per il neonato a rischio o patologico consente la verifica dello sviluppo globale del bambino, con intervento multidisciplinare e l’individuazione del percorso terapeutico migliore per il bambino che ne mostra la necessità.

  • Ambulatorio neonatologico generale
  • Ambulatorio follow-up neonato a rischio
  • Ambulatorio di neurologia pediatrica
  • Ambulatorio di cardiologia pediatrica
  • Ambulatorio di infettivologia perinatale e neonatale
  • ​Ambulatorio ecografico (ecografia del rene, delle anche, dell’encefalo)

Prenotazione delle prestazioni ambulatoriali tramite CUP (0984 709025)

Associazioni che collaborano con l’UOC

Associazione Mattia Facciolla, ANEC, Gocce di mamma, TIN Lella